May 21, 2018 Last Updated 5:51 PM, Mar 22, 2018

Video

Grazie Presidente. Il collega Marcon ha parlato di cooperazione internazionale allo sviluppo. Evidentemente per molti questa è ancora la Cenerentola della politica estera. L'attenzione è su questo. Renzi ad Addis Abeba ha detto che vuole portare l'Italia al quarto posto tra i Paesi donatori del G7. Nella legge di stabilità c’è un aumento dello 0,01 per cento dei fondi per la cooperazione internazionale, cioè 121 milioni di euro in più, quindi c’è una inversione di tendenza molto timida, perché arrivare ad essere il quarto paese donatore significa aumentare di circa un miliardo di euro i nostri stanziamenti. Noi oggi tra i Paesi europei siamo al penultimo posto. Il nostro emendamento vuole semplicemente porre al centro dell'attenzione il grande tema della cooperazione internazionale allo sviluppo. L'anno scorso abbiamo approvato la legge n. 125, che è entrata in vigore il 29 agosto 2014. Vogliamo dare attuazione a quella legge ? Sì o no ?

Dichiarazione di voto finale di Gianni Melilla disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 1° ottobre 2015, n. 154, recante disposizioni urgenti in materia economico-sociale (C. 3340-A).

Grazie, Presidente. Vede, Ministro, trovo scandaloso che del Colosseo si colga l'aspetto riferito ad un'assemblea dei lavoratori, quando quel monumento, che è l'immagine dell'Italia nel mondo, versa in uno stato di abbandono, in uno stato miserabile: attorno al Colosseo, praticamente, noi abbiamo di tutto.   

Grazie, signora Presidente. Il Ministro fa finta di non capire una cosa, ma credo anche altri colleghi che hanno citato la legge n. 146 del 12 giugno 1990, modificata, come noto, dalla legge n. 83 dell'11 aprile 2000. La legge n. 146 non era un decreto, ma un disegno di legge, che, appunto, dettava le norme sull'esercizio del diritto di sciopero.   

Gianni Melilla interviene sull'aggiornamento del DEF del Governo Renzi

Grazie, Presidente. Renato Zangheri è stato uno studioso marxista, un professore, un comunista che ha servito le istituzioni con disciplina e onore per quasi mezzo secolo. Fu consigliere comunale del Partito Comunista a Bologna a soli 30 anni ed imparò l'arte del buongoverno dal leggendario sindaco Dozza. La politica non era per lui un'improvvisazione, ma una passione coltivata con il rigore della militanza e dello studio sin da ragazzo.   

Gianni Melilla oggi alla camera chiede di calendarizzare la proposta di legge popolare sul fine vita sottoscritta da 60.000 cittadini e promossa dall'associazione "Luca Coscioni".

Sì, grazie, Presidente. La regione Abruzzo rischia di trasformarsi da regione dei parchi, da regione verde d'Europa, come è stata definita da più parti, avente ben oltre il 40 per cento del suo territorio protetto da quattro parchi nazionali, un'area protetta marina nazionale e trenta riserve statali e regionali, a distretto petrolifero.