Apr 20, 2018 Last Updated 5:51 PM, Mar 22, 2018
Lunedì, 11 Dicembre 2017 11:32

melilla interoga

Al Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture. - Per sapere - premesso che:

il nuovo orario invernale di Trenitalia prevede nuovi tagli inaccettabili di treni nella provincia dell’Aquila;

in particolare vengono soppresse 4 relazioni giornaliere (Sulmona Avezzano 6,55 e Avezzano Sulmona 21,39 ; Avezzano Sora 17,26 e Sora Avezzano 19,07), mentre il sabato e la domenica vengono soppresse 4 corse a giornata tra Sulmona e L’Aquila e ritorno, limitando così il collegamento di fine settimana tra Valle Peligna, Valle Subequana e L’Aquila;

si tratta di una scelta che penalizza le zone interne e montane abruzzesi già duramente colpite dai tagli ferroviari degli anni passati ( basti pensare alla famigerata soppressione di ogni collegamento da Sulmona a Castel di Sangro-Carpinone e alla diminuzione generale dell’offerta dei treni del trasporto pubblico locale a danno dei lavoratori e studenti pendolari abruzzesi);

desta seria preoccupazione dunque l’ulteriore taglio nel collegamento di Sulmona con Avezzano lungo la Pescara- Roma, di Avezzano con Sora e l’isolamento festivo del capoluogo regionale-:

quali iniziative intenda assumere nei confronti di Trenitalia per rivedere queste scelte negative.

Mercoledì, 15 Novembre 2017 12:17

image1

Al Ministro dello Sviluppo Economico.-Per sapere- premesso che:

la Multinazionale Honeywell ha comunicato oggi la sua scelta di dismettere il sito industriale di Atessa in Abruzzo che occupa 420 lavoratori; contro questa sciagurata ipotesi i lavoratori sono in sciopero ormai da 2 mesi;

questa conclusione drammatica della vertenza rappresenta un duro colpo non solo per i 420 lavoratori e le loro famiglie, ma per la economia della provincia di Chieti e della Regione Abruzzo con una caduta brusca dell’occupazione, del reddito e dei consumi;

occorre operare un intervento del Governo nazionale e della Regione Abruzzo per portare la Honeywell ad una valutazione più responsabile della scelta annunciata e lavorare insieme ad una soluzione diversa che salvaguardi la presenza produttiva ed occupazionale di questa Multinazionale in Abruzzo-:

quali iniziative intenda assumere con urgenza per chiedere alla Honeywell un ripensamento della sua scelta con l’apertura di un tavolo negoziale che individui le giuste soluzioni produttive e occupazionali per il sito industriale di Atessa (CH).

Bersani, Melilla,Epifani, Speranza, Scotto, La Forgia, Fava, Martelli, Zappulla, Piccolo, Ricciatti, Quaranta, Piras, Sannicandro, Klomblicher, Duranti, Albini, Stumpo, Ferrara, Zaratti, Cimbro, Zaccagnini, D’Attorre , Zoggia, Fontanelli, Nicchi, Franco Bordo, Ragosta, Rostan.

Giovedì, 02 Novembre 2017 21:40

tercas

Al Presidente del Consiglio dei Ministri.-Per sapere-premesso che:

la Banca popolare di Bari ha avuto il via libera dalla Banca d’Italia alla acquisizione della Tercas nonostante i due giudizi “parzialmente sfavorevoli” con indicazioni di debolezze nella “governance aziendale nell’esposizione al rischio” con “insufficienti azioni della funzione di controllo”. Qualche mese dopo aver firmato le suddette relazioni, la Banca d’Italia diede comunque l’autorizzazione alla Banca Popolare di Bari ad acquisire, con un investimento di 400 milioni di euro, la Tercas, spolpata dai suoi vecchi amministratori e con sofferenze di 1,4 miliardi di euro e 750 milioni di perdite-:

se non ritenga: necessario approfondire i motivi per i quali la Banca Popolare dopo aver fatto questa operazione così rischiosa , ebbe l’accesso alla vendita delle sue sofferenze con le garanzie del Tesoro; tutelare i risparmiatori che hanno sottoscritto i titoli per l’aumento di capitale per finanziare l’acquisizione di Tercas , titoli che hanno perso gran parte del loro valore determinando una forte caduta della reputazione della Banca e una conseguente disaffezione dei soci; rassicurare i dipendenti sulle prospettive occupazionali ed economiche di questa Banca.