Feb 21, 2018 Last Updated 8:09 PM, Jan 31, 2018

nelle scuole di Teramo manca il personale, Melilla interroga la Ministra Fedeli In evidenza

Pubblicato in Interrogazioni
Letto 136 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

fedeli

Al Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Per sapere – premesso che:

il personale didattico e ATA delle scuole della provincia di Teramo ha già subito dei forti tagli d'organico dal 2009 al 2017;

la provincia di Teramo negli ultimi anni è stata colpita da importanti calamità naturali tra cui gli eventi sismici che hanno interessato il centro Italia,16 comuni della provincia sono stati inseriti nel cratere sismico dove permangono gravi problemi strutturali e di mobilità;

come appreso dalle rappresentanze sindacali di categoria, il Decreto Miur n. 636 del 23.8.2017 ha permesso all'Ambito provinciale di Teramo di aumentare l'organico di 16 posti (tra Infanzia e Primaria) e un numero complessivo di ore per la Secondaria di I° e II° grado che sono il corrispettivo di circa 14 posti, rimanendo quindi ben lontani dalle reali necessità minime d'ampliamento d'organico indicate dall'Ambito Territoriale di Teramo in 60 unità;

anche per quanto riguarda il personale ATA l'organico rimane fortemente sottodimensionato considerando le particolari esigente di un territorio cui vi sono dislocate al giorno d'oggi 43 istituzioni scolastiche e 200 plessi, non permettendo così la corretta gestione della sicurezza-:

quali provvedimenti intenda prendere per riportare ad un livello sufficiente gli organici, didattico e ATA, nelle scuole della provincia di Teramo onde garantire funzionalità, sicurezza e didattica per l'anno scolastico 2017/18 in un territorio già pesantemente messo alla prova dai recenti eventi sismici.